I migliori momenti seri in 'The Fresh Prince of Bel-Air'

Che Film Vedere?
 
'Come mai non mi vuole, amico?'

Il principe di Bel-Air era, e continua ad essere, una boccata d'aria fresca. Inizialmente trasmessa dal 1990 al 1996 per sei stagioni, la sitcom è andata in fumo Will Smith fino alla celebrità in una serie di episodi che articolano la sua transizione dalla vita nelle strade meschine di West Philadelphia alla vita nelle sontuose dimore di Bel-Air (hmm, se solo ci fosse un sintesi accattivante di questo incidente incitante ). Smith, interpretando una versione di se stesso, vive con la sua famiglia allargata e tutti vivono, imparano, ridono, si amano e crescono insieme.

È una serie speciale per me e per tante persone. Per celebrare il suo trentesimo anniversario (il pilot è andato in onda il 10 settembre 1990), mi sono chiesto perché questo spettacolo continui a suonare così meravigliosamente e calorosamente dove tante altre sitcom degli anni '90 vengono dimenticate. Credo che sia a causa del cuore grande, palpitante, sincero e coraggioso dello show. Il principe fresco è incredibilmente sciocco, senza dubbio, con le sue esibizioni spesso e la volontà di rompere in modo surreale il quarto muro ('Come mai non possiamo permetterci i soffitti?', dice Will in un episodio, mentre la telecamera si inclina verso l'alto per mostrare letteralmente le luci dello studio ). Ma questi sono tutti condimenti accattivanti per un piatto principale fondamentalmente gentile, responsabile e curioso. E quando scava in questo nucleo, non ha bisogno di battute stupide.

In onore di Il principe fresco Per il trentesimo anniversario, ecco i 10 momenti migliori in cui la sitcom è diventata seria nel corso della sua corsa, in ordine cronologico. Prendi un fazzoletto, fischia un taxi e fai un viaggio nella memoria con me. Per saperne di più Il principe fresco , ecco le ultime informazioni sul prossimo riavvio.

bei film horror su amazon prime

'The Fresh Prince Project' (Stagione 1, Episodio 1)

Immagine tramite la distribuzione televisiva domestica della Warner Bros.

Fin dal salto, dall'episodio 1, Il principe fresco aveva più in mente di quanto la sua estetica potesse inizialmente suggerire. Il tema, esteso in questo pilot, riassume la narrativa da 'povero a principe' del viaggio iniziale di Will con un sapore orecchiabile e goffo, ma non impedisce alle complessità intrinseche del centro di questa narrazione iniziale di essere meno pertinenti. Le questioni di classe e razza sono al centro del viaggio di Will da Filadelfia a Bel-Air, e dopo una serie di imbrogli in cui l'educazione della classe inferiore di Will si scontra con l'educazione della classe superiore dei Banks durante una cena. , queste tensioni esplodono in modo esplicito.

Will dice a zio Phil ( James Avery ) che lui, subito, ha dimenticato da dove veniva. Che non ha idea di come sia la vita per strada. E lo zio Phil, nella prima delle tante perfette interpretazioni di Avery, lo mette in chiaro. Gli dice che è cresciuto per le strade di Baltimora. Che conosceva le lotte e le aveva superate. Che ha sentito Malcolm X , che Will aveva divinizzato in precedenza nell'episodio, parla di persona. È una performance straordinaria che getta le basi per l'abile destrezza della serie tra stupidità e sincerità perfettamente. E lascia anche a Will un momento 'non quello che sembra'; quando zio Phil lascia la stanza dopo questa chiacchierata, nota che Will sta giocando Beethoven al pianoforte. Entrambe le parti hanno molto da imparare positivamente l'una sull'altra.

'Mistaken Identity' (Stagione 1, Episodio 6)

Immagine tramite la distribuzione televisiva domestica della Warner Bros.

Nel 1990, quando `` Mistaken Identity '' andò in onda per la prima volta su NBC, un gorgoglio di tensioni e risentimenti tra la comunità nera e la polizia, fondato su un'intera storia di sottomissione e violenza esplicitamente basata sulla razza, stava ribollendo quasi a un punto di rottura. (Un anno dopo, Rodney King Il pestaggio della polizia scatenerà una serie di proteste e scontri a Los Angeles.) Ma gran parte dell'America bianca è rimasta (rimane?) ignorante di simili frissons mirati. In quanto tale, 'Mistaken Identity' è servito (serve?) Come un campanello d'allarme sorprendente, sebbene espresso nel comfort, nella commedia e nelle dinamiche di classe familiari.

Quando la polizia ferma Will e Carlton ( Alfonso Ribeiro ) in una Mercedes presa in prestito, sulla strada per una vacanza a Palm Springs con lo zio Phil e la zia Viv ( Janet Hubert-Whitten ), Carlton, coperto dalla coperta di sicurezza della sua classe, dal suo pensiero razionale e dal fatto che suo padre è un giudice, presume che spiegheranno cosa sta succedendo e non porteranno via nessun danno. Will sa la verità, tuttavia, che questi poliziotti coglieranno ogni possibilità di poter sottomettere due giovani uomini neri, soprattutto dato che stanno guidando una 'macchina rubata'. Il duo viene arrestato e messo in prigione, insieme a un detenuto che canta lirico ('Ogni volta che vedi un ragazzo bianco in prigione, tu conoscere ha fatto qualcosa di brutto! Ci ricorda Will), e le visioni incontaminate di Carlton di equità e uguaglianza (per non parlare della sua ricchezza e status) vengono distrutte di fronte al razzismo spregevole.

Quando Phil e Viv si presentano per salvarli e che Phil pronuncia un discorso tipicamente focoso su come dovrebbe essere la giustizia in questo paese (consegnato a un Hank Azaria ), il danno è fatto. Ma le sue parole, come fa spesso lo zio Phil, suonano appassionate di promesse, di ideali e di amore familiare. Il resto della serie include commenti sulle relazioni di Black con la polizia (pensa DJ Jazzy Jeff alzando istintivamente le mani quando un ufficiale giudiziario gli chiede di giurare di dire la verità in tribunale), ma qui, lo ha fatto in modo esplicito ed esplosivo.

'Indovina chi verrà a sposarsi?' (Stagione 2, Episodio 6)

Immagine tramite la distribuzione televisiva domestica della Warner Bros.

Prendendo in prestito il titolo da Indovina chi viene a cena , il film del 1967 in cui Katharine Houghton porta a casa il fidanzato Sidney Poitier ai suoi genitori bianchi per esaminare le relazioni interrazziali in un ambito leggermente comico, 'Indovina chi viene per sposarsi?' ribalta le dinamiche razziali, portando a casa un marito bianco (un atipicamente soave Diedrich Bader ) per sconvolgere la famiglia allargata Banks. Baker è il futuro marito di Janice ( Charlayne Woodard ), che si sposerà nello spazioso cortile Bel-Air delle banche - se la madre di Will, Viola ( Verneé Watson-Johnson ) non fa saltare prima una guarnizione. Il resto della famiglia potrebbe trovare tutto questo sorprendente, e lo zio Phil potrebbe inizialmente pensare che Frank (Baker) sia un cameriere (in uno degli spettacoli meglio messi in scena che ho visto in una commedia televisiva; per non parlare del suo subdolamente provocatorio capovolgimento razziale). Ma Viola è pronta a boicottare il matrimonio e proibire anche a suo figlio di andarci.

La reazione di Viola è solo un pregiudizio, detto chiaramente? Non proprio. Adoro quando le classiche sitcom multi-cam sembrano una scusa per mettere il teatro classico in televisione per le masse, e questo episodio ha una scena meravigliosa che volteggia in questo terreno sacro. Alla vigilia del matrimonio di Janice, un gruppo di donne di Banks si riunisce in cucina, incapaci di dormire, per fare uno spuntino con i dolcetti del matrimonio e chiacchierare. È una scena interpretata in modo brillante, piena di calore e gentilezza anche mentre discutono di cose difficili. E poi entra Viola. L'intera temperatura della stanza cambia. E infine, proprio come ogni grande commedia, dice a sua sorella Janice cosa sta realmente succedendo. Esprime le sue preoccupazioni per Janice 'come una donna afro-americana' per la quale la vita ha già messo le carte in tavola. 'Non ho stabilito le regole, ma so come giocare il gioco. Per la sopravvivenza, per favore non sposare quest'uomo. '

È un'ammissione scioccante e schietta del privilegio della società, che dà al personaggio tonnellate di empatia e comprensione. E, per fortuna, non credo sia un grosso spoiler rivelare che Viola viene e partecipa al matrimonio dopotutto - grazie a un meraviglioso discorso tenuto da Will a sua madre, una rappresentazione della speranza delle generazioni future che cambiano schemi consolidati. e pregiudizi per il meglio. voi volere piangi per la canzone di acapella che la famiglia canta sui titoli di coda.

'Just Say Yo' (Stagione 3, Episodio 19)

Immagine tramite la distribuzione televisiva domestica della Warner Bros.

È difficile fare i conti con 'Just Say Yo' con occhi moderni. La tendenza degli episodi di sitcom familiari antidroga molto speciali è stata ispirata esplicitamente da Nancy Reagan , al punto che è letteralmente apparsa in un episodio di Colpi diversi per consegnare il suo test antidroga, e il rapporto tra l'amministrazione Reagan, la droga e la comunità nera è vile da studiare (rendendo l'interpolazione di 'Just Say No' con 'Just Say Yo' particolarmente grossolana). Inoltre, la scelta specifica di droghe - le anfetamine - e gli effetti specifici che vediamo - Carlton che balla in delirio - fa venire in mente purtroppo altri episodi molto speciali, in particolare il famigerato Salvato dalla campanella debacle delle pillole di caffeina.

E ancora. Will Smith è, tipo, come un bravo attore. Quindi, quando deve crollare e confessare alla famiglia che le anfetamine trovate da Carlton erano destinate a lui, rendendolo tacitamente responsabile del ricovero di Carlton, si impegna a farlo magnificamente. Usa le sue emozioni come uno strumento, partendo più forte che può, finché non può fare a meno di fratturarsi e cadere. Saggiamente, le sue scuse tendono a rimanere fuori dalle implicazioni socioeconomiche delle droghe e più dal punto di vista personale di 'Sono un membro di questa famiglia che ha ferito un altro membro di questa famiglia'. È roba puramente potente, il tipo di momento che getta immediatamente il resto dell'episodio in un bagliore migliore. Me ne ricordo alcuni David Mamet citazione che ha detto che non importa quanto sia bravo un attore; se la sceneggiatura è buona, il prodotto finale è buono. Questo episodio, e specialmente questa scena, tende a dimostrare che il signor Mamet si sbaglia.

'Blood Is Thicker Than Mud' (Stagione 4, episodio 8)

Immagine tramite la distribuzione televisiva domestica della Warner Bros.

Carlton è sicuro di sé, unicamente se stesso. Ama ballare, soprattutto Tom Jones e il Sugarhill Gang . Ama la struttura, lo status, i sistemi. È gioioso, performativo e non si preoccupa di ciò che gli altri pensano di lui. Tutte queste qualità lo rendono uno dei nostri grandi personaggi televisivi; tutte queste qualità lo rendono diffuso per gli arrosti di suo cugino Will; tutte queste qualità si aggiungono al gioco interessante e al sovvertimento di quali tipi di rappresentazioni razziali abbiamo visto in televisione nei primi anni '90. E tutte queste qualità vengono messe in discussione direttamente in 'Blood Is Thicker Than Mud', un episodio straordinario per Alfonso Ribeiro.

quand'è la season premiere del Saturday Night Live?

Entro la quarta stagione di Il principe fresco , Will e Carlton si sono diplomati al liceo e ora stanno iniziando i loro studi universitari. Così, la caccia a una confraternita è iniziata, ei due decidono di partecipare a un evento urgente per una confraternita nera nel campus, gestito da Top Dog ( Glenn Plummer ). Will, come è solito fare, si comporta da sciocco; e Carlton, come è solito fare, salta su ogni compito con un doppio capovolgimento frontale, ripulendo l'articolazione mentre ci è. Quando è giunto il momento per Top Dog di scegliere il suo nuovo candidato, Carlton presume che verrà scelto e la stupidità di Will non sarà tollerata. Ma Top Dog prende la decisione opposta, decidendo che Will è più 'autenticamente nero', definendo Carlton un 'tutto esaurito'.

La risposta di Carlton non è una sorpresa, ma come un discorso ben allenato, qualcosa che ha dovuto fare i conti con tutta la sua vita. Egli sradica la scatola di una vera identità nera non con la forza, ma con precisione. 'Essere nero non è quello che cerco di essere, è quello che sono', dice Carlton, chiaramente, assicurandosi che Top Dog sappia che è il vero tutto esaurito prima di andarsene. E Will, in uno dei diffusori di tensione di tutti i tempi, esalta il discorso di suo cugino con spavalderia. Questo momento si sente bene guardare, e sembra un permesso catartico per i neri che non si adattano allo stampo tipico che vedi in televisione per essere esattamente quello che sono, e sentirsi a proprio agio in questo.

'Home Is Where the Heart Attack Is' (Stagione 4, episodio 10)

Immagine tramite la distribuzione televisiva domestica della Warner Bros.

Purtroppo, Il principe di Bel-Air è pieno di barzellette che fanno vergognare il grasso, in particolare da Will verso lo zio Phil (e in un intero episodio, portano su Queen Latifah solo per far sì che sia un momento di apprendimento che anche le persone in sovrappeso provano sentimenti; Latifah e Smith vendono il materiale, ovviamente, ma c'è sicuramente una mancanza di profondità nell'esplorazione, che immagino significhi Mamet era giusto). Ma questa costante presa di posizione sul peso di zio Phil arriva a una testa seria in 'Home Is Where the Heart Attack Is', un episodio che, come puoi immaginare, fa soffrire a zio Phil un attacco di cuore indotto dal peso. La reazione emotiva più efficace e illuminante a questo non si orienta intorno a Will, tuttavia, almeno non direttamente.

È Carlton, il figlio di Phil, che vediamo subire questo trauma in modo più grave, anche più dello stesso Phil. Quelle qualità che ho assegnato a Carlton riguardo all'episodio precedente? Queste qualità sono tutte auto-armate e si manifestano in modi autodistruttivi. Carlton rifiuta di vedere suo padre dopo questo momento di vulnerabilità e mortalità. Invece, si concentra sulla pulizia della casa, prendendosi cura di tutto tranne se stesso, sentendosi sinceramente, scarsamente ossessionato. Will quindi, diventando lui stesso un tocco di una figura paterna, deve rimettere in sesto suo cugino. Il padre di Will è fuori gioco; Lo zio Phil è a tutti gli effetti il ​​più vicino a un padre che ha. Ma Carlton è in realtà, letteralmente il figlio di Phil. Questa relazione deve essere curata, ora. E quando Carlton si arrabbia e parla con suo padre, la vulnerabilità e tutto il resto, è semplicemente una televisione sbalorditiva.

episodi da guardare prima della stagione 8

A proposito di 'il padre di Will è fuori dai giochi ...'

'Papà's Got a Brand New Excuse' (Stagione 4, episodio 24)

Immagine tramite la distribuzione televisiva domestica della Warner Bros.

Questo rimane, secondo la mia stima, l'unico più grande esempio di una sitcom televisiva che diventa reale - e non sarei sorpreso se continuasse ad essere per il resto della storia del mezzo (dannati riavvii grintosi). Dopo più di un decennio di assenza dalla sua vita, il padre di Will, Lou ( Ben Vereen ) ritorna, desideroso di trascorrere del tempo con suo figlio Will qui sulle colline di Bel-Air. Will è elettrizzato da questa notizia, pronto a riaccendere la sua relazione paterna senza molto scetticismo evidente. Lo zio Phil, tuttavia, è preoccupato che il padre di Will semplicemente deluderà di nuovo Will ...

... e deludere Will lo fa. È una scena anche la più casuale Fresh Prince i fan si sono impegnati nella memoria, hanno messo in scena e suonato in modo efficace senza un pubblico in studio per darci un sollievo emotivo. Lou uscirà di nuovo dalla vita di Will, avendo truffato la famiglia Banks per ciò di cui ha bisogno. Cerca di uscire senza che Will se ne accorga, ma Will lo fa. Quel senso di rabbia infantile, unito alla sua ritrovata maturità, gli sale in gola; il suo ultimo atto di sfida è rifiutarsi di chiamare suo padre 'papà', optando invece per il suo nome.

Questo lascia Phil e Will da soli, e lascia a Will l'opportunità di riversare tutti i suoi sentimenti sul padre assente. Rivelando di aver comprato a Lou un regalo - una scultura di un padre che tiene in braccio suo figlio - insiste che ce l'ha fatta per tutta la sua vita e tutti i suoi momenti formativi, senza suo padre, e che continuerà ad andare avanti. Ma poi, in una battuta di tutti i tempi, Will chiede semplicemente a suo zio: 'Come mai non mi vuole, amico?' I due crollano in un abbraccio. Lo scatto inquadra questo momento accanto alla scultura; sottilmente, ma decisamente, comunicando che questo è il vero rapporto padre-figlio al centro di Fresh Prince , al centro della vita di Will.

'Bullets Over Bel-Air' (Stagione 5, Episodio 15)

Immagine tramite la distribuzione televisiva domestica della Warner Bros.

Quando Will e Carlton sono tenuti sotto la minaccia di una pistola a un bancomat, viene sparato un colpo e Will è la vittima. Will arriva all'ospedale e ha persino un senso dell'umorismo da laissez faire sull'intero calvario. Dopotutto, data la sua educazione, essere minacciati da persone che impacchettano armi è una parte purtroppo comune della vita.

Carlton, tuttavia, si auto-arma e si assume di nuovo troppe responsabilità, e la sua fede in un senso intrinseco di decenza nei sistemi della vita è di nuovo infranta. Ricorre all'acquisto di una pistola lui stesso, apparentemente per protezione. Ma come rivela a Will in un teso finale a due mani ambientato in ospedale (messo in scena questa volta, curiosamente, con un pubblico in studio), spera nel profondo di poter incontrare l'uomo che ha sparato a Will e ottenere la sua vendetta. Ribeiro interpreta questa sequenza come un uomo su un precipizio, un bivio per Carlton, un'opera teatrale elettrizzante e imprevedibile che parla anche di quella comune regola teatrale che coinvolge le pistole sul palco.

E Will lo mette a posto dritto . Smith ricorre raramente alla rabbia vera e propria nella sua Fresh Prince prestazioni, ma lo vediamo qui, ed è garantito. Si infuria con suo cugino per la futilità della violenza e della vendetta. Insiste sul fatto che se Carlton porta avanti questo piano, è cattivo quanto il ragazzo che ha messo Will in ospedale. E insiste che Carlton lasci immediatamente la pistola. Al di là dei suoi brividi viscerali e incisivi come sequenza teatrale, questo momento è un duro promemoria per Carlton e per tutti coloro che guardano: possiamo perdere la fiducia nei sistemi che ricorrono alla violenza, giustamente. Ma significa, più che mai, che non possiamo perdere la fiducia nelle persone.

'Not with My Cousin You Don't' (Stagione 6, Episodio 7)

Immagine tramite la distribuzione televisiva domestica della Warner Bros.

La giovane Ashley Banks ( Tatyana Ali ) sta crescendo. E pensa che potrebbe essere pronta per entrare in una relazione sessuale con un partner ( Jaleel White , ovviamente), nonostante la loro relazione sia intrinsecamente a lunga distanza. Vediamo che questo momento formativo della crescita ha reagito in due modi diversi: uno molto problematico, che sembra essere guidato da due uomini di spicco; e uno incredibilmente sensibile, sincero e reale, che sembra essere guidato da due donne protagoniste.

Gran parte di 'Non con mio cugino non lo fai', come potresti intuire dal titolo, è basato su icky shenanigans di ruolo di genere. Will e Carlton sono determinati a impedire al loro familiare femminile di fare sesso, usando interfoni e tattiche di interrogatorio come dispositivi per intralciare, rivendicare la proprietà sul corpo di Ashley, per vedere intrinsecamente l'esplorazione sessuale di una giovane donna come una privazione della sua purezza. . ' Fa un po 'schifo, è quello che sto dicendo, anche quando questi due maschietti alla fine imparano la lezione.

quanti dopo i crediti in thor ragnarok

Ma nel bel mezzo di questo episodio c'è una bellissima conversazione faccia a faccia, una delle migliori mai prodotte durante Fresh Prince è eseguito. Ashley parla con sua sorella, la spesso materialista e volubile Hilary ( Karyn Parsons ), per chiederle, direttamente, quando sapeva di essere pronta per il sesso. La risposta di Hilary è solo un consiglio e amore fraterno meravigliosamente affermato e sapientemente eseguito, attenuato in modo appropriato dalle battute del personaggio (Parsons conosce questo personaggio come un artigiano conosce il loro strumento). Ashley le chiede se era nervosa e Hilary risponde che lo era assolutamente, ma 'era pronta'. Quindi, dà ad Ashley l'agenzia e la compassione di cui ha bisogno per prendere questa decisione andando avanti: 'Solo tu sapere quando è il momento giusto per te. Una lezione potente, insegnabile e semplice.

'I, Done' (Stagione 6, episodi 23 e 24)

Immagine tramite la distribuzione televisiva domestica della Warner Bros.

A volte, per terminare una sitcom, è necessario che il personaggio principale della sitcom si guardi intorno per l'ultima volta in un set ormai vuoto, spenga le luci e se ne vada. È un trucco semplice, forse più noto negli ultimi istanti di Saluti . Ma Il principe fresco potrebbe avere maggior successo a causa di ciò che implica sul futuro dei suoi personaggi e di come chiude accuratamente l'arco di Will.

Tutte le banche stanno pianificando di lasciare la loro sontuosa tenuta di Bel-Air, che abbiamo imparato a conoscere e ad amare in sei stagioni. Hilary e Ashley si stanno dirigendo a New York, Carlton si sta dirigendo a Princeton e Phil e Viv (e Nicky; ricordate Nicky?) Si stanno dirigendo nel New England per essere più vicini alla loro famiglia. Dove lascia Will? Ha davvero realizzato qualcosa durante questo periodo vivendo con i suoi parenti di classe superiore? Questo periodo, reazionario e transitorio nelle intenzioni, si è concluso con un'ellissi deludente piuttosto che un'esclamazione enfatica?

In effetti, il problema con questo punto di vista arriva con il chiamare il suo tempo una transizione in primo luogo. Lo zio Phil aiuta suo nipote a trovare da solo un nuovo appartamento in California e continuerà anche i suoi studi universitari nello stato. Potrebbe lasciare questa casa di Bel-Air per sempre, ma questa è ancora la prima metà della sua nuova vita, la sua nuova identità. Will è cresciuto e ha imparato incommensurabilmente dalle sue nuove circostanze e dalle compassioni familiari, e queste crescite sono arrivate in modo così organico che non se ne è nemmeno accorto. Ora è la sua persona, vive nella sua nuova vita, che lui stesso ha costruito per tutto questo tempo. Ora che l'edificio è finito, ci abita. E per farlo, deve lasciare l'edificio un'ultima volta.