Recensione della seconda stagione di 'Bloodline': I Rayburn sono lasciati alla deriva

Che Film Vedere?
 
Cambiamenti di formato e una storia in stallo vede la serie fluttuare nelle sue acque paradisiache senza timone.

C'è un buco a forma di Danny Rayburn al centro di Bloodline Stagione 2, e anche se le ripercussioni delle azioni della famiglia contro di lui continuano a perseguitarli, non può compensare la perdita. Uno dei passi più audaci che lo spettacolo ha compiuto quando è stato presentato per la prima volta è stato quello di mostrare in anticipo che la stagione sarebbe finita con Danny ( Ben Mendelsohn ) Morte. In un formato affinato dal team creativo di Todd Kessler , Glenn Kessler , e Daniel Zelman (e utilizzati nelle loro serie precedenti Danni ), gli spettatori sono stati presi in giro con flashfoward per tutta la stagione, con il finale che ha finalmente messo insieme i pezzi.

È una convenzione che presto ha esaurito la sua accoglienza Danni , sebbene non abbia mai mancato di creare misteri urgenti, spesso frustranti, anche quando le rivelazioni finali non sono mai state all'altezza del clamore. E forse nel desiderio di evitare che ciò accada Bloodline , La stagione 2 è priva di flashforward e utilizza anche i suoi flashback con parsimonia.


Immagine tramite Netflix

ci sarà un altro gioco di tomb raider

La nuova storia riprende immediatamente da dove si era interrotta l'ultima - con l'arrivo di un ragazzo, Nolan, che afferma di essere il figlio di Danny. Come diventa subito chiaro a John ( Kyle Chandler ), Meg ( Linda Cardellini ) e Kevin ( Norbert Leo Butz ), eliminare Danny dalle loro vite non è la fine di niente. In effetti, ha portato all'improvviso avvento non solo di Nolan, ma di sua madre Eve ( Andrea Riseborough ), e il suo vecchio complice Ozzy ( John leguizamo ), che stanno tutti cercando, inizialmente, di truffare la famiglia. La moglie di John Diana ( Jacinda Barrett ) riflette: 'Non ci avevo pensato prima, ma ovviamente ha avuto una vita intera al di fuori di questa famiglia'. L'attenzione verso l'interno dei Rayburn sta ora causando loro un mondo di guai, poiché le conseguenze delle loro azioni continuano a moltiplicarsi.

C'è ancora pressione anche dal dipartimento dello sceriffo, poiché Marco ( Enrique Murciano ) continua a indagare sul caso pensando in un primo momento che stia aiutando i Rayburn nella sua ostinata ricerca. Ma il suo capo ( David zayas ) vuole anche che il caso rimanga aperto, nonostante le macchinazioni di John per appuntare tutto sul tenente locale della droga Wayne Lowry ( Glenn Morshower ), a causa della campagna politica di John contro di lui per lo sceriffo.

Anche con tutto questo complotto, Bloodline La seconda stagione sembra essenzialmente una meditazione di 10 episodi sul senso di colpa, con personaggi che cercano disperatamente di non farsi prendere mentre guardano costantemente alle loro spalle. Anche le bugie ei segreti di famiglia che hanno definito la prima stagione come in gran parte assenti, fatta eccezione per alcune rivelazioni agli spettatori che servono a rimpolpare un po 'di più il personaggio di Danny. Ma alla fine, cosa importa davvero adesso?


quando esce hbo max?

Immagine tramite Netflix

John si sta, naturalmente, svelando completamente nel corso della nuova stagione (ho guardato tutti e 10 gli episodi prima di questa recensione, soprattutto perché ho continuato ad aspettare per vedere se sarebbe successo qualcosa), e l'alleanza che ha con i suoi fratelli inizia a vacillano mentre la pressione aumenta. Meg trova presto la via del ritorno a Islamorada da New York, poiché è sempre stato chiaro che non si può evitare di essere un Rayburn. E mentre Kevin ha più della sua storia di chiunque altro in questa stagione, è stato principalmente spostato nella posizione di essere il nuovo Danny, il che non si adatta perfettamente.

che tv guardare su netflix

Bloodline La singolare attenzione al senso di colpa e alle ricadute degli eventi della prima stagione non consente alla serie di espandersi in un modo che sembra, senza Danny, molto necessario. Sebbene la seconda stagione introduca alcuni nuovi personaggi, non hanno il tempo di svilupparsi o di dimostrare di avere alcuna conseguenza oltre a intralciare il modo in cui John Rayburn copre il suo crimine. Ci sono momenti con Nolan e anche i fratelli O'Bannon ( Chloe Sevigny e Jamie McShane ) che richiedono maggiore considerazione. Invece, otteniamo troppo della figlia di John, Jane ( Taylor Rouviere ) che è relegata al ruolo di adolescente petulante (sfortunatamente rispecchiato da sua madre, anch'essa colta in un tropo), e assolutamente niente dal loro figlio dimenticato Ben ( Brandon Larracuente ).

Senza la convenzione dei flashforward o la preparazione di un grande evento, la seconda stagione sembra molto come se stesse solo camminando sull'acqua. Ci sono due modi per farlo: i fratelli finiscono in prigione o no. Se lo fanno, lo spettacolo è finito e se non lo fanno, Bloodline ha bisogno di trovare qualcos'altro da fare per loro oltre a stare seduti, sudare e stufare mentalmente nei loro stessi succhi.


Immagine tramite Netflix

Anche se la trama li delude, gli attori della serie continuano a dare alle scene tutto ciò che hanno. La presenza misteriosa e esasperante di Danny lascia un enorme vuoto che non può essere colmato da nessuno esattamente, ma ci sono alcune scene che risaltano in particolare dove Chandler, Butz e Sissy Spacek sono in grado di trasmettere una quantità così incredibile di sfumature solo nei cambiamenti del volto del viso. In un particolare episodio in cui John perde la sua fiducia, è incredibile vedere Chandler infondere nel suo personaggio una serie di emozioni così nuove. Lo stesso vale per Butz, eppure in entrambi i casi i loro personaggi finiscono per seppellire quelle cose in profondità, cercando di mantenere una rotta che non può essere sostenuta.

Dove Bloodline Inoltre, non ha perso un colpo è nella sua atmosfera unica, utilizzando l'impostazione Florida Keys a pieno effetto: puoi sentire il calore e l'umidità, la brezza che scorre dall'acqua e attraverso le palme e la calma languida dei ventilatori a soffitto costantemente ronzio. La partitura è estremamente minimale, con la maggior parte dei suoni meravigliosamente diegetici; ci sono i televisori che suonano in sottofondo, le radio, il richiamo degli uccelli costieri, il gracidio delle rane, lo scricchiolio della sabbia sul marciapiede. È un mondo che chiede di essere esplorato.

Ci sono accenni verso la fine della stagione che Bloodline sta costruendo uno schema generale molto più ampio che coinvolge persone molto più ricche e potenti dei Rayburn e che sono coinvolte in macchinazioni molto più oscure, ma sembra essere un'espansione nella direzione sbagliata. Bloodline ci ha catturato con il suo dramma familiare e il ciclo di traumi che definisce questa famiglia apparentemente maledetta che si nasconde dietro una facciata di privilegio. Aveva il potere nella sua storia di persone normali che prendono decisioni sbagliate e le conseguenze di ciò sulla vita ordinaria in questo luogo straordinario. La stagione 2 si conclude con l'ennesima pessima decisione che non crea un cliffhanger per spingerci alla stagione 3 tanto quanto mettere alla prova la nostra pazienza, e non si può fare a meno di desiderare una stagione 2 che abbia trovato un nuovo scopo e guida, invece di deriva, senza timone, nel suo mare altrimenti cupamente bello.

veloce e furioso tutti i film in ordine


Voto: ★★★ Bene, ma un po 'deludente

Bloodline sarà presentato in anteprima venerdì 27 maggio su Netflix.

Immagine tramite Netflix

Immagine tramite Netflix

10 episodi di South Park che hanno cambiato il mondo


Immagine tramite Netflix

Immagine tramite Netflix

Immagine tramite Netflix