'Indiana Jones 5' aggiunge la creatrice di 'Fleabag' Phoebe Waller-Bridge al cast come co-protagonista

Riuscirà Indy a sfondare la quarta parete?

Indiana Jones si è schiantato attraverso Un sacco di muri nei suoi giorni avventurosi, ma ha mai rotto... il quarto muro? Phoebe Waller-Ponte , il brillante scrittore/regista/attore dietro Sacco di pulci e Uccidere Eva , ha ottenuto il co-protagonista in Indiana Jones 5 accanto Harrison Ford . Come precedentemente riportato, il film sarà diretto da Logan timoniere James Mangold , segnando la prima avventura di Indy senza Steven Spielberg sulla sedia del regista.



Sono entusiasta di iniziare una nuova avventura, collaborando con un dream team di grandi registi di tutti i tempi', ha dichiarato Mangold in una nota. “Steven, Harrison, Kathy, Frank e John sono tutti miei eroi artistici. Quando aggiungi Phoebe, un attore abbagliante, una voce creativa brillante e la chimica che senza dubbio porterà al nostro set, non posso fare a meno di sentirmi fortunato quanto lo stesso Indiana Jones.



Waller-Bridge è diventato una superstar grazie Sacco di pulci , l'adattamento del suo show personale per la BBC e, in seguito, per Amazon Prime. La seconda stagione della commedia drammatica che ha rotto la quarta parete ha portato a casa sia la migliore commedia che l'attrice protagonista in una commedia agli Emmy Awards 2019. Nel mezzo, Waller-Bridge ha prestato la sua voce al Guerre stellari universo, giocando L3-37 in Solo: una storia di Star Wars . Più di recente, il vincitore del premio ha contribuito alla sceneggiatura di Non c'è tempo per morire , il venticinquesimo ingresso nel James Bond franchising.

Indiana Jones 5 , che vedrà Ford assumere il ruolo del protagonista all'età di 78 anni, le riprese dovrebbero iniziare in primavera. Spielberg è ancora a bordo come produttore esecutivo, con Lucasfilm's Kathleen Kennedy e Frank Marshall producendo pure. Collider ha parlato con Marshall non molto tempo fa, che ci ha detto perché Mangold era la scelta perfetta per subentrare:



'Il suo amore per il franchise. È un regista meraviglioso. Penso che abbia anche una relazione con Harrison. Erano tutti i pezzi giusti che si univano, al momento giusto.' E con Spielberg che rimane coinvolto, Marshall ha detto, 'abbiamo il meglio di tutto'.